Configurazione LAN VIOS per Jumbo Frames

1) VERIFICA parametri schede fisiche 

Verificare che flow_ctrl, jumbo_frames, large_receive e large_send siano impostati a “yes” sulle schede fisiche che compongono l’etherchannel 

lsattr -El entX | egrep “flow_ctrl|jumbo|large” 

2) CONFIGURAZIONE JF su Etherchannel 

Impostare use_jumbo_frame=yes sul device EC , dopo averlo messo offline

rmdev -l entX   # where entX represents the EC device if one exists

chdev -l entX -a use_jumbo_frame=

mkdev -l entX   # where entX represents the EC device

Verifica: 

lsattr -El entX | egrep “mode|jumbo” 

3) IMPOSTAZIONE parametri virtual Ethernet 

Impostare i seguenti parametri sull’interfaccia con IP address: 

$ chdev -dev enX -attr mtu_bypass=on rfc1323=1 mtu=9000 

Impostare i seguenti parametri sulle virtual Ethernet (trunk) che compongono la SEA (non sono necessari sul control channel): 

max_buf_huge=128 

max_buf_large=256 

max_buf_medium=2048 

max_buf_small=4096 

max_buf_tiny=4096 

min_buf_huge=127 

min_buf_large=255 

min_buf_medium=2047 

min_buf_small=4095 

min_buf_tiny=4095 

chdev -dev entX -perm -attr max_buf_huge=128 max_buf_large=256 max_buf_medium=2048 max_buf_small=4096 max_buf_tiny=4096 min_buf_huge=127 min_buf_large=255 min_buf_medium=2047 min_buf_small=4095 min_buf_tiny=4095 

5) CONFIGURAZIONE SEA 

Configurare la SEA, abilitando largesend, large_receive e jumbo_frames. 

Nell’esempio, avendo un solo trunk, è stata impostata la modalità auto (ha_mode=auto), nel caso di SEA con più trunk impostare il load sharing (ha_mode=sharing): 

mkvdev -sea entXX -vadapter entYY -default entYY -defaultid 1 -attr ha_mode=auto ctl_chan=entZZ largesend=1 jumbo_frames=yes large_receive=yes adapter_reset=no thread=0 

chdev -l entX -a ha_mode=standby

rmdev -l entX

chdev -l entX -a jumbo_frames=yes largesend=1 jumbo_frames=yes large_receive=yes

mkdev -l entX

chdev -l entX -a ha_mode=auto

6) IMPOSTAZIONE parametri di rete sulle virtual Ethernet delle LPAR client 

Impostare i seguenti parametri sulla scheda di rete: 

max_buf_huge=128 

max_buf_large=256 

max_buf_medium=2048 

max_buf_small=4096 

max_buf_tiny=4096 

min_buf_huge=127 

min_buf_large=255 

min_buf_medium=2047 

min_buf_small=4095 

min_buf_tiny=4095 

chdev -l entX -a max_buf_huge=128 -a max_buf_large=256 -a max_buf_medium=2048 -a max_buf_small=4096 -a max_buf_tiny=4096 -a min_buf_huge=127 -a min_buf_large=255 -a min_buf_medium=2047 -a min_buf_small=4095 -a min_buf_tiny=4095 -P 

chdev -l enX  -a mtu_bypass=on -a tcp_nodelay=1 -a rfc1323=1 -a mtu=9000

Reboot 

iPC – MACOSX

Sono commosso, ho le lacrime …

Il mio IBM T43 da circa una settimana è cambiato, durante il boot visualizza il logo di una mela …

Anche il mio pc fisso , da qualche tempo, era cambiato nello stesso modo ma molto meno stabile e completo.

Adesso ho appena terminato l’installazione di iPC 10.5.6 su Intel Q6600, 4GB ram DDR2 , 2 x 320GB sata, ATI HD3450 (unica pecca….non viene riconosciuta).

Grazie al kernel vanilla è stato anche possibile aggiornarla da support.apple.com !!! ;-D

Breve log:

Nessun kernel selezionato

Nessuna scheda video selezionata

Chipset : ICH8 SATA , Legacy Jmicron, ApplePIIXATA

Eth : Realtek R1000

Fix : ACPI, Cpus=1

SW update funziona!!

La situazione aggiornata del mio desktop , per adesso, è un triple boot con :

Windows 7 RC x64

Fedora 10 x64

iPC OSX86 10.5.7

A presto!!!!

SuseStudio

Built with SUSE Studio

Finalmente mi è arrivato l’account per il SuseStudio Program, richiesto più di un anno fa!

Devo dire che ero estremamente curioso riguardo il lavoro che avrebbe fatto Novell + la comunità Opensuse.

Ma per adesso c’è da leccarsi i baffi, ragazzi.

Nuove distribuzioni in vista

E’ ormai agli sgoccioli l’uscita d Ubuntu Jaunty Jackalope 9.04, sta per uscire anche OpenSuSE 11.2 ; due tra le mie distribuzioni preferite che supporteranno Ext4.

Linux FileSystems

Ext4 è stato incluso nel kernel , ZFS (per ora solo su FUSE) potrebbe esserlo  a breve .

Lo sviluppo di nuovi file systems non conosce sosta, un ulteriore passo verso l’egemonia di Linux in ambiente Enterprise?

Aumentano le capacità massime di file e partizioni, Sun dice che ZFS consente partizioni “virtualmente illimitate”.

Nascono sempre nuove funzionalità, alcune a dire il vero già presenti in NSS di Novell a fine anni 90.

Cosa ne pensate?

Li avete provati? Li usate in ambienti di produzione?