TELECOM ITALIA : Anti Digital Divide???? Truffa all’italiana

Poco piu di un anno fa , ho attivato AliceCasa 7 Mega .

Il tecnico , alle mie prime lamentele, risponde che era normale la lentezza perché andavo via wireless (AH , AH , AH ) :=D))

Connesso via ethernet e smentito, il tecnico è scappato dicendo che doveva fermarsi in centrale ed effettuare dei “tuning” ; da lì a 2/3 ore avrei senz’altro notato la differenza. Sono passati 13 mesi.

Il supporto commerciale , più volte contattato, mi ha detto che per loro la zona era coperta dal servizio alice casa 7 mega perché loro vedevano il semaforo verde (parole dell’addetto commerciale)!

Un altro commerciale candidamente mi ha detto che con 90€ mi potevano upgradare la linea;

gli ho fatto notare che l’offerta prevedeva l’attivazione gratuita sia della linea che di Alice Casa, ma lui ha insistito sul fatto che senza quei benedetti 90 € sarei rimasto alla 640k e che dovevo contattare il servizio commerciale.

A quel punto ho fatto notare al mio interlocutore che lui era del supporto commerciale, ed è caduta la linea !!! :=(

Sono stato richiamato da un tecnico (dopo 7/8 telefonate) che finalmente mi ha detto la verità, sono connesso a un minidslam e quindi non si poteva fare di più.

A questo punto chiedo una riduzione della spesa mensile di 42€ che sostengo per avere una linea adsl da terzo mondo …… SILENZIO ASSOLUTO.

Questa banda di truffatori riceve dei lauti finanziamenti dall Stato e forse anche dalla UE per portare avanti , fregiandosene , un progetto dal nome altisonante : “ANTI DIGITAL DIVIDE” (che nulla ha a che vedere con l’associazione omonima che anzi si batte realmente per abbattere le barriere che imprigionano i digital-divisi).

Bene , questo benemerito progetto di TI non è altro che la scorciatoia per la suddetta per riuscire a mantenere , o incrementare , il monopolio nei servizi di telecomunicazioni.

Ovviamente sotto minidslam non possono arrivare operatori concorrenti ma solo Telecom Italia stessa.

I ladroni sopracitati , a differenza di altri operatori interpellati , mi avevano garantito la copertura 7Mb dal momento che il “semaforino” era verde!!!!!! Solo che quel semaforino verde ora , a distanza di 13 mesi , è diventato rosso !!!!

Non ho più parole…..

youtube downloader

iPC – MACOSX

Sono commosso, ho le lacrime …

Il mio IBM T43 da circa una settimana è cambiato, durante il boot visualizza il logo di una mela …

Anche il mio pc fisso , da qualche tempo, era cambiato nello stesso modo ma molto meno stabile e completo.

Adesso ho appena terminato l’installazione di iPC 10.5.6 su Intel Q6600, 4GB ram DDR2 , 2 x 320GB sata, ATI HD3450 (unica pecca….non viene riconosciuta).

Grazie al kernel vanilla è stato anche possibile aggiornarla da support.apple.com !!! ;-D

Breve log:

Nessun kernel selezionato

Nessuna scheda video selezionata

Chipset : ICH8 SATA , Legacy Jmicron, ApplePIIXATA

Eth : Realtek R1000

Fix : ACPI, Cpus=1

SW update funziona!!

La situazione aggiornata del mio desktop , per adesso, è un triple boot con :

Windows 7 RC x64

Fedora 10 x64

iPC OSX86 10.5.7

A presto!!!!

SuseStudio

Built with SUSE Studio

Finalmente mi è arrivato l’account per il SuseStudio Program, richiesto più di un anno fa!

Devo dire che ero estremamente curioso riguardo il lavoro che avrebbe fatto Novell + la comunità Opensuse.

Ma per adesso c’è da leccarsi i baffi, ragazzi.

Viva la ciccia bona!

Forse la mia più grande debolezza, la bistecca alla Fiorentina…

La prima volta che sono capitato a Firenzuola per acquistare la fiorentina , come la chiamavo io da perfetto forestiero, il macellaio mi chiese perplesso come la volevo, preparandosi già a tagliare la solita fettina per il turista…

“Come la mangi te” , gli risposi io.

Lui , stupito,  sentenziò : “La mia deve stare in piedi da tutti i lati !” , devo dire che aveva perfettamente ragione.

4 dita (delle sue) di bistecca , circa sui 1,2 kg , insomma la bistecca perfetta.

Mi è capitato di gustarne di ottime nell’alto mugello a  Moscheta (FI) , a Vinci (FI) , a Colle Val D’Elsa (SI) e a Siena.

Ma quando posso volo a Firenzuola , magari insieme a dei tortelli di patate del Mugello , e grigliate a casa !!!

Un saluto agli amici del gruppo “Odio la fiorentina ben cotta” su Facebook

http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=7439481111

Più chiaro di così!

Linux FileSystems

Ext4 è stato incluso nel kernel , ZFS (per ora solo su FUSE) potrebbe esserlo  a breve .

Lo sviluppo di nuovi file systems non conosce sosta, un ulteriore passo verso l’egemonia di Linux in ambiente Enterprise?

Aumentano le capacità massime di file e partizioni, Sun dice che ZFS consente partizioni “virtualmente illimitate”.

Nascono sempre nuove funzionalità, alcune a dire il vero già presenti in NSS di Novell a fine anni 90.

Cosa ne pensate?

Li avete provati? Li usate in ambienti di produzione?